Fregata -
Frigate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

da guerra . In epoche diverse, i ruoli e le capacità delle navi classificate come fregate sono variati notevolmente.

Nel 17 ° secolo, una fregata era qualsiasi nave da guerra costruita per velocità e manovrabilità, la descrizione spesso usata era "costruita da una fregata". Queste potrebbero essere navi da guerra che trasportano le loro batterie principali di cannoni montati su carro su un unico ponte o su due ponti (con ulteriori cannoni montati su carro più piccoli solitamente trasportati sul castello di prua e sul cassero della nave). Il termine era generalmente usato per le navi troppo piccole per stare in linea di battaglia , sebbene le prime navi in ​​linea di battaglia fossero spesso chiamate fregate quando erano costruite per la velocità.

Nel 18° secolo, le fregate erano navi a vele complete , cioè a vele quadre su tutti e tre gli alberi, erano costruite per velocità e maneggevolezza, avevano un armamento più leggero di una nave di linea , e servivano per pattugliamento e scorta. Nella definizione adottata dall'Ammiragliato britannico , erano navi classificate di almeno 28 cannoni, che trasportavano i loro armamenti principali su un unico ponte continuo - il ponte superiore - mentre le navi di linea possedevano due o più ponti continui portanti batterie di cannoni.

Alla fine del XIX secolo (a partire dal 1858 circa con la costruzione di prototipi da parte delle marine britannica e francese), la fregata corazzata era un tipo di nave da guerra corazzata che per un certo periodo era il tipo di nave più potente a galla. Queste erano ancora descritte come "fregate" perché tali navi montavano ancora i loro armamenti principali su un unico ponte superiore continuo, alla maniera delle vecchie fregate a vela. Tuttavia, alla fine del XIX secolo, gli sviluppi delle navi da guerra corazzate avevano reso obsoleto questo tipo di nave e il termine "fregata" divenne obsoleto.

Durante la seconda guerra mondiale il nome "fregata" fu reintrodotto per descrivere una nave di scorta marittima di dimensioni intermedie tra una corvetta e un cacciatorpediniere . Dopo la seconda guerra mondiale, un'ampia varietà di navi è stata classificata come fregate. Spesso c'è stata poca coerenza nell'uso. Mentre alcune marine hanno considerato le fregate principalmente come grandi combattenti oceanici di guerra anti-sottomarino (ASW), altre hanno usato il termine per descrivere navi altrimenti riconoscibili come corvette, cacciatorpediniere e persino incrociatori missilistici guidati a propulsione nucleare . Alcune marine europee usano il termine "fregata" sia per i loro cacciatorpediniere che per le fregate. Il grado di " capitano di fregata " deriva dal nome di questo tipo di nave.

Età della vela

Origini

con remi, vele e un armamento leggero, costruito per velocità e manovrabilità.
Fregata leggera, 1675–1680 circa

L'etimologia della parola rimane incerta, anche se potrebbe aver avuto origine come una corruzione di aphractus , una parola latina per una nave aperta senza ponte inferiore. Aphractus , a sua volta, derivava dalla frase del greco antico ἄφρακτος ναῦς ( aphraktos naus ) - "nave indifesa". Nel 1583, durante la Guerra degli ottant'anni del 1568-1648, la Spagna asburgica recuperò i Paesi Bassi meridionali dai ribelli protestanti. Ciò portò presto all'uso dei porti occupati come basi per i corsari , i " Dunkerque ", per attaccare le navi degli olandesi e dei loro alleati. Per raggiungere questo obiettivo i Dunkerque svilupparono piccole navi a vela manovrabili che vennero chiamate fregate. Il successo di queste navi Dunkerque influenzò il design delle navi di altre marine che si contendevano con loro, ma poiché la maggior parte delle flotte regolari richiedeva navi di maggiore resistenza rispetto a quelle che potevano fornire le fregate Dunkerque, il termine venne presto ad applicarsi meno esclusivamente a qualsiasi vela relativamente veloce ed elegante. unica nave da guerra. In francese, il termine "fregata" ha dato origine a un verbo – frégater , che significa 'costruire lungo e basso', ea un aggettivo, aggiungendo ulteriore confusione. Anche l'enorme Sovereign of the Seas inglese potrebbe essere descritta come "una fregata delicata" da un contemporaneo dopo che i suoi ponti superiori furono ridotti nel 1651.

La marina della Repubblica olandese divenne la prima marina a costruire le fregate oceaniche più grandi. La marina olandese aveva tre compiti principali nella lotta contro la Spagna: proteggere le navi mercantili olandesi in mare, bloccare i porti delle Fiandre controllate dagli spagnoli per danneggiare il commercio e fermare i corsari nemici e combattere la flotta spagnola e impedire lo sbarco delle truppe. I primi due compiti richiedevano velocità, poca profondità di pescaggio per le acque poco profonde intorno ai Paesi Bassi e la capacità di trasportare rifornimenti sufficienti per mantenere un blocco. Il terzo compito richiedeva un armamento pesante, sufficiente per resistere alla flotta spagnola. La prima delle fregate più grandi in grado di combattere fu costruita intorno al 1600 a Hoorn in Olanda . Nelle fasi successive della Guerra degli ottant'anni gli olandesi erano passati completamente dalle navi più pesanti ancora utilizzate dagli inglesi e dagli spagnoli alle fregate più leggere, che trasportavano circa 40 cannoni e pesavano circa 300 tonnellate.

L'efficacia delle fregate olandesi divenne più evidente nella battaglia dei Downs nel 1639, incoraggiando la maggior parte delle altre marine, in particolare quella inglese, ad adottare progetti simili.

Le flotte costruite dal Commonwealth d'Inghilterra negli anni '50 del Seicento erano generalmente costituite da navi descritte come "fregate", le più grandi delle quali erano "grandi fregate" a due piani di terza classe . Portando 60 cannoni, queste navi erano grandi e capaci come le "grandi navi" dell'epoca; tuttavia, la maggior parte delle altre fregate dell'epoca erano usate come " incrociatori ": navi veloci indipendenti. Il termine "fregata" implicava un design lungo dello scafo, che si riferisce direttamente alla velocità (vedi velocità dello scafo ) e che, a sua volta, ha anche aiutato lo sviluppo della tattica di bordata nella guerra navale.

da 32 cannoni ma aveva anche una banca di 40 remi situata sotto il ponte superiore che poteva spingere la nave in assenza di vento favorevole.

In danese, la parola "fregat" si applica spesso alle navi da guerra che trasportano un minimo di 16 cannoni, come l' HMS  Falcon , che gli inglesi classificarono come sloop.

Secondo il sistema di classificazione della Royal Navy , entro la metà del 18° secolo, il termine "fregata" era tecnicamente limitato alle navi a un piano di quinta classe , sebbene le piccole fregate da 28 cannoni fossero classificate come sesta classe .

Design classico

La classica fregata a vela, oggi nota per il suo ruolo nelle guerre napoleoniche , può essere fatta risalire agli sviluppi francesi del secondo quarto del 18° secolo. Il Médée di costruzione francese del 1740 è spesso considerato il primo esempio di questo tipo. Queste navi erano a vele quadre e trasportavano tutti i loro cannoni principali su un unico ponte superiore continuo. Il ponte inferiore, noto come "ponte dei cannoni", ora non trasportava armamenti, e fungeva da "ponte di ormeggio" dove viveva l'equipaggio, ed era infatti posizionato sotto la linea di galleggiamento delle nuove fregate. Il tipico incrociatore precedente aveva un ponte inferiore parzialmente armato, da cui era noto come nave "mezza batteria" o demi-batteria . La rimozione dei cannoni da questo ponte ha consentito di abbassare l'altezza delle torrette dello scafo, conferendo alla "vera fregata" risultanti qualità di navigazione molto migliorate. Il ponte disarmato significava che i cannoni della fregata erano trasportati relativamente in alto sopra la linea di galleggiamento; di conseguenza, quando il mare era troppo agitato perché i due piani potessero aprire i porti dei cannoni del ponte inferiore, le fregate erano ancora in grado di combattere con tutti i loro cannoni (vedi l' azione del 13 gennaio 1797 , per un esempio quando questo fu decisivo).

La Royal Navy catturò un certo numero di nuove fregate francesi, tra cui Médée , durante la Guerra di Successione Austriaca (1740–1748) e ne rimase impressionata, in particolare per le loro capacità di movimentazione costiera. Ben presto ne costruirono copie (ordinate nel 1747), basate su un corsaro francese di nome Tygre , e iniziarono ad adattare il tipo alle proprie esigenze, stabilendo lo standard per altre fregate come principale potenza navale. Le prime fregate britanniche trasportavano 28 cannoni inclusa una batteria sul ponte superiore di ventiquattro cannoni da 9 libbre (i restanti quattro cannoni più piccoli erano trasportati sul quarto di coperta) ma presto si svilupparono in navi di quinta classe da 32 o 36 cannoni incluso un ponte superiore batteria di ventisei cannoni da 12 libbre, con i restanti sei o dieci cannoni più piccoli trasportati sul cassero e sul castello di prua. Tecnicamente, le "navi classificate" con meno di 28 cannoni non potevano essere classificate come fregate ma come " navi postali "; tuttavia, nel linguaggio comune la maggior parte delle navi di posta erano spesso descritte come "fregate", lo stesso uso improprio casuale del termine esteso a navi più piccole a due piani che erano troppo piccole per stare in linea di battaglia.

Un totale di cinquantanove fregate a vela francesi furono costruite tra il 1777 e il 1790, con un design standard con una lunghezza media dello scafo di 135 piedi (41 m) e un pescaggio medio di 13 piedi (4,0 m). Le nuove fregate hanno registrato velocità di navigazione fino a 14 nodi (26 km/h; 16 mph), significativamente più veloci delle loro navi precedenti.

Fregata pesante

HMS  Trincomalee (1817) una fregata pesante britannica da 18 libbre e 38 cannoni restaurata

Nel 1778, l'Ammiragliato britannico introdusse una fregata "pesante" più grande, con una batteria principale di ventisei o ventotto cannoni da 18 libbre (con cannoni più piccoli trasportati sul cassero e sul castello di prua). Questa mossa potrebbe riflettere le condizioni navali dell'epoca, con Francia e Spagna come nemiche, la solita preponderanza britannica nel numero di navi non era più il caso e c'era pressione sugli inglesi per produrre incrociatori di forza individualmente maggiore. In risposta, le prime fregate francesi da 18 libbre furono stabilite nel 1781. La fregata da 18 libbre alla fine divenne la fregata standard delle guerre rivoluzionarie francesi e napoleoniche. Gli inglesi hanno prodotto versioni più grandi, da 38 cannoni e leggermente più piccole da 36 cannoni e anche un design da 32 cannoni che può essere considerato una "versione economica". Le fregate da 32 cannoni avevano anche il vantaggio di poter essere costruite da molti costruttori navali più piccoli e meno specializzati.

Le fregate potevano (e di solito lo facevano) anche trasportare cannoni più piccoli montati su carro sui loro ponti e casse di prua (le sovrastrutture sopra il ponte superiore). Nel 1778 la Carron Iron Company of Scotland produsse un cannone navale che avrebbe rivoluzionato l'armamento delle navi da guerra più piccole, inclusa la fregata. La carronata era un cannone navale di grosso calibro a canna corta che era leggero, veloce da ricaricare e necessitava di un equipaggio più piccolo di un cannone lungo convenzionale. Per la sua leggerezza poteva essere montato sul castello di prua e sul cassero di fregate. Ha notevolmente aumentato la potenza di fuoco, misurata in peso di metallo (il peso combinato di tutti i proiettili sparati in una fiancata), di queste navi. Gli svantaggi della carronata erano che aveva una portata molto più breve ed era meno precisa di una pistola lunga. Gli inglesi videro rapidamente i vantaggi della nuova arma e presto la impiegarono su larga scala. Anche la US Navy ha copiato il design subito dopo la sua apparizione. I francesi e altre nazioni alla fine adottarono varianti dell'arma nei decenni successivi. La tipica fregata pesante aveva un armamento principale di cannoni lunghi da 18 libbre, più carronate da 32 libbre montate sui ponti superiori.

Fregate super pesanti

Le prime "fregate super pesanti", armate con cannoni lunghi 24 libbre, furono costruite dall'architetto navale FH Chapman per la marina svedese nel 1782. A causa della carenza di navi di linea, gli svedesi volevano queste fregate , la classe Bellona , per poter stare in linea di battaglia in caso di emergenza. Nel 1790 i francesi costruirono un piccolo numero di grandi fregate da 24 libbre, come Forte ed Egyptienne , abbatterono anche (riducendo l'altezza dello scafo per dare un solo ponte di cannoni continuo) un certo numero di vecchie navi di- la linea (compresa la Diadème ) per produrre fregate super pesanti, la nave risultante era conosciuta come rasée . Non è noto se i francesi stessero cercando di produrre incrociatori molto potenti o semplicemente di affrontare problemi di stabilità nelle vecchie navi. Gli inglesi, allarmati dalla prospettiva di queste potenti fregate pesanti, risposero distruggendo tre delle corazzate più piccole da 64 cannoni, inclusa l' Indefatigable , che ebbe una carriera di grande successo come fregata. In questo momento gli inglesi costruirono anche alcune grandi fregate armate da 24 libbre, la più riuscita delle quali fu la HMS  Endymion (1.277 tonnellate).

, un albero che cresceva solo in America, dovesse essere usata per costruire queste navi.

Gli inglesi, feriti da ripetute sconfitte in azioni a nave singola, risposero al successo dei 44 americani in tre modi. Costruirono una classe di fregate armate convenzionali da 40 cannoni e 24 libbre sulle linee di Endymion . Tagliarono tre vecchie navi di linea da 74 cannoni in rasées , producendo fregate con un armamento principale da 32 libbre, integrato da carronate da 42 libbre. Questi avevano un armamento che superava di gran lunga la potenza delle navi americane. Infine, furono costruite Leander e Newcastle , fregate a longheroni da 1.500 tonnellate (con una cintura chiusa, che forniva una linea continua di cannoni da prua a poppa a livello del cassero/castello di prua), che erano una corrispondenza quasi esatta in dimensioni e potenza di fuoco alle fregate americane da 44 cannoni.

Ruolo

HMS  Warrior , la prima fregata a vapore corazzata con scafo in ferro: lo scafo è sopravvissuto come molo di un terminal petrolifero ed è stato riportato al suo aspetto originale alla fine del XX secolo

Le fregate erano forse il tipo di nave da guerra più lavorato durante l' Età della Vela . Sebbene più piccoli di una nave di linea , erano formidabili avversari per il gran numero di sloop e cannoniere , per non parlare di corsari o mercantili. In grado di trasportare negozi per sei mesi, avevano un raggio d'azione molto lungo; e le navi più grandi delle fregate erano considerate troppo preziose per operare in modo indipendente.

Le fregate esplorarono la flotta, parteciparono a missioni e pattuglie di raid commerciali e trasmettevano messaggi e dignitari. Di solito, le fregate combattevano in piccolo numero o singolarmente contro altre fregate. Eviterebbero il contatto con le navi di linea; anche nel bel mezzo di uno scontro di flotta era cattiva etichetta per una nave di linea sparare su una fregata nemica che non aveva sparato prima. Le fregate furono coinvolte in battaglie di flotta, spesso come "fregate ripetute". Nel fumo e nella confusione della battaglia, i segnali fatti dal comandante della flotta, la cui nave ammiraglia potrebbe essere nel bel mezzo dei combattimenti, potrebbero essere mancati alle altre navi della flotta. Le fregate erano quindi di stanza sopravvento o sottovento rispetto alla linea di battaglia principale e dovevano mantenere una chiara linea di vista verso l'ammiraglia del comandante. I segnali dell'ammiraglia furono poi ripetuti dalle fregate, le quali stesse fuori linea e al riparo dal fumo e dal disordine della battaglia, potevano essere viste più facilmente dalle altre navi della flotta. Se il danneggiamento o la perdita degli alberi impedivano all'ammiraglia di emettere segnali convenzionali chiari, le fregate ripetute potevano interpretarli e issare i propri nel modo corretto, trasmettendo chiaramente le istruzioni del comandante.

Per gli ufficiali della Royal Navy, una fregata era un incarico desiderabile. Le fregate vedevano spesso l'azione, il che significava una maggiore possibilità di gloria, promozione e montepremi .

A differenza delle navi più grandi che erano poste in servizio ordinario , le fregate erano tenute in servizio in tempo di pace come misura di risparmio sui costi e per fornire esperienza ai capitani e agli ufficiali di fregata che sarebbe stata utile in tempo di guerra. Le fregate potevano anche trasportare marines per l'imbarco su navi nemiche o per operazioni a terra; nel 1832, la fregata USS  Potomac fece sbarcare un gruppo di 282 marinai e marines nella prima spedizione di Sumatra della Marina degli Stati Uniti .

Le fregate rimasero un elemento cruciale delle marine fino alla metà del XIX secolo. Le prime corazzate furono classificate come "fregate" a causa del numero di cannoni che trasportavano. Tuttavia, la terminologia cambiò quando ferro e vapore divennero la norma e il ruolo di fregata fu assunto prima dall'incrociatore protetto e poi dall'incrociatore leggero .

di Aubrey .

Età del vapore

Le navi classificate come fregate continuarono a svolgere un ruolo importante nelle marine con l'adozione della forza del vapore nel 19° secolo. Negli anni '30 dell'Ottocento, le marine sperimentarono grandi piroscafi a ruote dotati di grandi cannoni montati su un ponte, chiamati "fregate a pale".

Dalla metà degli anni '40 dell'Ottocento furono costruite fregate che assomigliavano più da vicino alla tradizionale fregata a vela con motori a vapore ed eliche a vite . Queste " fregate a vite ", costruite prima in legno e poi in ferro , continuarono a svolgere il tradizionale ruolo di fregata fino alla fine dell'Ottocento.

Fregata corazzata

Dal 1859, l'armatura fu aggiunta alle navi sulla base di fregate e modelli di nave di linea esistenti. Il peso aggiuntivo dell'armatura su queste prime navi da guerra corazzate significava che potevano avere un solo ponte di cannoni e tecnicamente erano fregate, anche se erano più potenti delle navi di linea esistenti e occupavano lo stesso ruolo strategico. La frase "fregata corazzata" è rimasta in uso per qualche tempo per denotare un tipo di corazzata a bordata dotata di vela.

Durante il 1880, quando il design delle navi da guerra passò dal ferro all'acciaio e iniziarono ad apparire navi da guerra da crociera senza vele, il termine "fregata" cadde in disuso. Le navi con sponde corazzate erano designate come " corazzate " o " incrociatori corazzati ", mentre gli " incrociatori protetti " possedevano solo un ponte corazzato e le navi non corazzate, comprese fregate e sloop, erano classificate come " incrociatori non protetti ".

Era moderna

seconda guerra mondiale

del 1939-1945 erano grandi quanto i nuovi tipi di fregata e più pesantemente armati. Ventidue di queste furono riclassificate come fregate dopo la guerra, così come le restanti 24 corvette più piccole

La fregata è stata introdotta per rimediare ad alcune delle carenze inerenti al design della corvetta di classe Flower: armamento limitato, una forma dello scafo non adatta al lavoro in mare aperto, un unico albero che limitava velocità e manovrabilità e mancanza di portata. La fregata è stata progettata e costruita secondo gli stessi standard di costruzione mercantile ( scantlings ) della corvetta, consentendo la produzione da parte di cantieri non abituati alla costruzione di navi da guerra. Le prime fregate della classe River (1941) erano essenzialmente due set di macchine per corvette in uno scafo più grande, armate con l'ultima arma anti-sottomarino

La fregata possedeva meno potenza di fuoco offensiva e velocità rispetto a un cacciatorpediniere , ma tali qualità non erano richieste per la guerra anti-sottomarino. I sottomarini erano lenti mentre erano sommersi e i set ASDIC non funzionavano efficacemente a velocità superiori a 20 nodi (23  mph ; 37  km/h ). Piuttosto, la fregata era una nave austera e resistente alle intemperie, adatta per la costruzione di massa e dotata delle ultime innovazioni nella guerra anti-sottomarino. Poiché la fregata era destinata esclusivamente ai compiti di convoglio e non al dispiegamento con la flotta, aveva portata e velocità limitate.

.

Fregata moderna

Ruolo del missile guidato

La USS  Leahy in partenza da San Diego , California, nel maggio 1978. È stata classificata come fregata missilistica guidata (DLG-16) fino al 1975, quando è stata riclassificata come incrociatore missilistico guidato (CG-16).
).

.

, o versioni migliorate di esso, sono stati costruiti su licenza anche per altre marine.

Quasi tutte le fregate moderne sono dotate di una qualche forma di missili offensivi o difensivi e come tali sono classificate come fregate missilistiche guidate (FFG). I miglioramenti nei missili terra-aria (ad es. Eurosam Aster 15 ) consentono alle moderne fregate missilistiche guidate di formare il nucleo di molte marine moderne e di essere utilizzate come piattaforma di difesa della flotta, senza la necessità di fregate specializzate per la guerra antiaerea .

Altri usi

costruite sullo stesso scafo.

.

Ruolo antisommergibile

HMS  Somerset della Royal Navy . Le fregate di tipo 23 sono state costruite per la guerra anti-sottomarino ma sono navi multiuso capaci.
, erano più veloci.

Tali navi trasportano apparecchiature sonar migliorate , come il sonar a profondità variabile o l' array trainato , e armi specializzate come siluri , armi da lancio in avanti come Limbo e siluri anti-sottomarini trasportati da missili come ASROC o Ikara . La fregata Type 22 originale della Royal Navy è un esempio di fregata da guerra anti-sottomarino specializzata, inoltre ha anche missili terra-aria Sea Wolf per la difesa dei punti più missili superficie-superficie Exocet per capacità offensive limitate.

Soprattutto per la guerra anti-sottomarino, la maggior parte delle fregate moderne ha un ponte di atterraggio e un hangar a poppa per azionare gli elicotteri , eliminando la necessità che la fregata si chiuda con minacce sottomarine sconosciute e utilizzando elicotteri veloci per attaccare i sottomarini nucleari che potrebbero essere più veloci della superficie navi da guerra. Per questo compito l'elicottero è dotato di sensori come boe , sonar a immersione montati su cavi e rilevatori di anomalie magnetiche per identificare possibili minacce e siluri o cariche di profondità per attaccarli.

Con i loro radar di bordo gli elicotteri possono anche essere usati per ricognire obiettivi oltre l'orizzonte e, se equipaggiati con missili antinave come Penguin o Sea Skua , per attaccarli. L'elicottero è anche prezioso per le operazioni di ricerca e salvataggio e ha in gran parte sostituito l'uso di piccole imbarcazioni o l' impianto di perforazione jackstay per compiti come il trasferimento di personale, posta e merci tra le navi oa terra. Con gli elicotteri questi compiti possono essere svolti più velocemente e in modo meno pericoloso e senza la necessità che la fregata rallenti o cambi rotta.

Ruolo della difesa aerea

) solo per la difesa di punti.

.

Ulteriori sviluppi

.

La moderna Marina francese applica il termine fregata di prima classe e fregata di seconda classe sia ai cacciatorpediniere che alle fregate in servizio. I numeri degli stendardi rimangono divisi tra i numeri della serie F per quelle navi riconosciute a livello internazionale come fregate e i numeri degli stendardi della serie D per quelle più tradizionalmente riconosciute come cacciatorpediniere. Ciò può creare confusione poiché alcune classi vengono chiamate fregate nel servizio francese mentre navi simili in altre marine vengono chiamate cacciatorpediniere. Ciò si traduce anche in alcune classi recenti di navi francesi come la classe Horizon tra le più grandi al mondo a portare il rating di fregata.

Le Frégates de Taille Intermédiaire (FTI), che significa fregate di dimensioni intermedie, è un programma militare francese per progettare e creare una classe pianificata di fregate che sarà utilizzata dalla Marina francese. Al momento, il programma è composto da cinque navi, con messa in servizio prevista dal 2023 in poi .

Baden-Württemberg , una fregata di classe F125 della Marina tedesca ; attualmente le più grandi fregate del mondo.
.

.

Nave da combattimento litoranea (LCS)

della Marina degli Stati Uniti sono state dismesse e il loro ruolo è stato parzialmente assunto dalla nuova LCS. Sebbene le navi di classe LCS siano più piccole della classe di fregata che sostituiranno, offrono un livello simile di armamento pur richiedendo meno della metà dell'equipaggio e offrendo una velocità massima di oltre 40 nodi (74 km / h; 46 mph). Un grande vantaggio per le navi LCS è che sono progettate attorno a moduli di missione specifici che consentono loro di svolgere una varietà di ruoli. Il sistema modulare consente inoltre di eseguire la maggior parte degli aggiornamenti a terra e di installarli successivamente sulla nave, mantenendo le navi disponibili per il dispiegamento per il tempo massimo.

Gli ultimi piani di disattivazione degli Stati Uniti significano che questa è la prima volta che la Marina degli Stati Uniti è senza una classe di navi fregata dal 1943 (tecnicamente la USS  Constitution è classificata come una fregata ed è ancora in servizio, ma non conta per i livelli di forza della Marina) .

Le restanti 20 LCS da acquisire dal 2019 in poi che saranno migliorate saranno designate come fregate e anche le navi esistenti, a seguito di modifiche, potrebbero avere la loro classificazione modificata in FF .

Fregate in conservazione

Alcune fregate sono sopravvissute come navi museo. Sono:

Fregate a vela originali

Replica fregate a vela

Fregate a vapore

Fregate dell'era moderna

Ex musei

  • La fregata dominicana Mella è stata esposta nella Repubblica Dominicana dal 1998 al 2003, quando è stata demolita a causa delle sue condizioni di deterioramento.
  • KD Rahmat è stata in mostra a Lumut , in Malesia dal 2011 al 2017. È affondata ai suoi ormeggi a causa delle cattive condizioni ed è stata successivamente demolita.
  • RFS Druzhnyy è stato esposto a Mosca , in Russia, dal 2002 al 2016, fino a quando i progetti del museo sono falliti ed è stato venduto come rottame.
  • HMS  Plymouth  
    (F126)
    è stata in mostra a Birkenhead , in Inghilterra, dal 1990 al 2006, quando il museo che la gestiva è stato costretto a chiudere. Successivamente è stata demolita nel 2012.

Operatori

Fregate multiuso italiane FREMM Luigi Rizzo

Classi contestate

Queste navi sono classificate dalle rispettive nazioni come fregate, ma sono considerate cacciatorpediniere a livello internazionale per dimensioni, armamento e ruolo.

Ex operatori

Sviluppo futuro

Guarda anche

Riferimenti

Citazioni

Fonti

  • Bauer, K. Jack ; Roberts, Stephen S. (1991). Registro delle navi della US Navy, 1775–1990: Major Combatants . Westport, Connecticut : Greenwood Press. ISBN 978-0-313-26202-9.
  • Bennett, G. (2001) La battaglia di Trafalgar , Barnsley (2004). ISBN  1-84415-107-7 .
  • Constam, Angus & Bryan, Tony, Nave di linea napoleonica britannica, Osprey Publishing, 184176308X
  • Gardiner, Robert (2000). Fregate delle guerre napoleoniche . Londra: Chatham Publishing.
  • Gardiner, Robert, ed. (1980). Tutte le navi da combattimento del mondo di Conway, 1922–1946 . New York: Mayflower Books. ISBN 0-8317-0303-2.
  • Gardiner, Robert; Chumbley, Stephen, eds. (1995). Tutte le navi da combattimento del mondo di Conway 1947–1995 . Londra: Conway Maritime Press. ISBN 978-1-55750-132-5.
  • Gardiner, Robert; Lambert, Andrea, eds. (2001). Steam, Steel e Shellfire: The Steam Warship, 1815–1905 . Storia della nave di Conway. Vendite di libri.
  • Gardiner, Robert; Lavery, Brian, eds. (1992). La linea di battaglia: la nave da guerra a vela 1650–1840 . Londra: Conway Maritime Press.
  • Gresham, John D. (febbraio 2002). "I destrieri veloci e sicuri della flotta a vela da combattimento erano le sue fregate impetuose". Patrimonio Militare . vol. 3 n. 4. pp. 12–17, 87.
  • Lambert, Andrew (1984) Battleships in Transition, the Creation of the Steam Battlefleet 1815–1860 , pubblicato Conway Maritime Press, ISBN  0-85177-315-X .
  • Lavery, Brian (1989). Marina di Nelson: le navi, gli uomini e l'organizzazione 1793–1815 . Annapolis, MD: Naval Institute Press. ISBN 978-1-59114-611-7.
  • Lavery, Brian. (1983) The Ship of the Line, Volume 1: The Development of the Battlefleet, 1650–1850 . Annapolis, Md.: Naval Institute Press, ISBN  0-87021-631-7 .
  • Lavery, Brian. (1984) La nave della linea, volume 2: progettazione, costruzione e allestimenti . Annapolis, Md.: Naval Institute Press , ISBN  0-87021-953-7 .
  • Lavery, B. (2004) Nave , Dorling Kindersly, Ltd. ISBN  1-4053-1154-1 .
  • Mahan, AT (2007) L'influenza della potenza del mare sulla storia 1660–1783 , Cosimo, Inc.
  • Marriot, Leone. Fregate della Royal Navy 1945–1983 , Ian Allan, 1983, ISBN  0-7110-1322-5 .
  • Macfarquhar, Colin & Gleig, George (a cura di), ((1797)) Encyclopædia Britannica: Or, A Dictionary of Arts, Sciences, and Miscellaneous Literature , London, Volume 17, Third Edition.
  • Rodger, NAM (2004). Il comando dell'Oceano, una storia navale della Gran Bretagna 1649–1815 . Londra. ISBN 0-7139-9411-8.
  • Sondhaus, L. Guerra navale, 1815–1914 .
  • Winfield, Rif. (1997) La nave da 50 cannoni . Londra: Edizioni Caxton, ISBN  1-84067-365-6 , ISBN  1-86176-025-6 .