George LP Weaver -
George L. P. Weaver

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

George LP Weaver e sua moglie, al National Press Club (1969)
George LP Weaver e sua moglie (1969)
Nato
George Leon-Paul Weaver

(
1912-05-18
)
18 maggio 1912
Pittsburgh, Pennsylvania, Stati Uniti
Morto 14 luglio 1995
(1995-07-14)
(83 anni)
Washington, DC, Stati Uniti
Occupazione Segretario aggiunto del lavoro per gli affari internazionali per JFK e LBJ
anni attivi 1941–1995
Conosciuto per Leader sindacale e attivista per i diritti civili

George Leon-Paul Weaver (18 maggio 1912-14 luglio 1995) è stato un leader sindacale americano, attivo nella promozione dei diritti civili sia negli Stati Uniti che a livello internazionale. Dopo aver servito come Assistente Segretario del Lavoro per gli Affari Internazionali in entrambe le amministrazioni Kennedy e Johnson, nel 1968 è stato eletto presidente dell'organo di governo dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro delle Nazioni Unite . È stato il primo americano ad essere nominato "Comandante Onorario" nell'Ordine del Difensore del Regno , un premio federale

Istruzione e inizio carriera

Secondo il Washington Post , "Mr. Weaver, residente a Washington, è nato a Pittsburgh ed è cresciuto a Dayton, Ohio. Ha frequentato quella che oggi è la Roosevelt University di Chicago e la Howard University Law School ". Nel 1962, la Howard University gli conferì una laurea honoris causa in giurisprudenza.

Negli anni '30, mentre lavorava come facchino ferroviario , entrò a far parte della United Transport Services Employees Union (UTSE). Dopo che il suo sindacato è entrato a far parte del CIO nel 1942, è diventato assistente del segretario-tesoriere del CIO James B. Carey . Nel gennaio 1943, Weaver fu nominata alla guida del nuovo Comitato del CIO per l'abolizione della discriminazione razziale (CARD), segnando la prima volta che il CIO assegnava a una persona di colore un ruolo di leadership nello staff.

Dopo che il CIO si è fuso con l'AFL per formare l' AFL-CIO nel 1955, Weaver è diventato segretario esecutivo del Comitato per i diritti civili.

(26 luglio 1948) abolì la discriminazione "sulla base di razza, colore, religione o origine nazionale" nelle forze armate degli Stati Uniti e portò alla reintegrazione dei servizi durante la guerra di Corea (1950–1953).

A partire dal 1950, Weaver lavorò alle questioni internazionali del lavoro come assistente speciale di W. Stuart Symington , che presiedette il National Security Resources Board e successivamente la Reconstruction Finance Corporation . Symington ha accreditato a Weaver un aiuto sostanziale nel fermare la speculazione che ha fatto aumentare i prezzi dello stagno, definendolo nel 1969 "uno dei più abili dipendenti pubblici che abbiamo oggi".

Durante gli anni '50, Weaver trascorse del tempo all'estero come rappresentante della Confederazione internazionale dei sindacati liberi (ICFTU), con l'obiettivo di assistere i leader sindacali stranieri. Nel 1955, il funzionario dell'ICFTU Jay Krane descrisse Weaver come "uno degli eccezionali sindacalisti negri negli Stati Uniti e ... una figura di spicco nella lotta contro la discriminazione e la segregazione". A Okinawa, a Singapore e in Malesia, Weaver ha costruito relazioni con i leader sindacali locali che in seguito entrambe le parti hanno mantenuto con la corrispondenza. È stato anche il "delegato dei lavoratori" degli Stati Uniti alle conferenze dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) delle Nazioni Unite nel 1957 e nel 1958.

Weaver è stato reclutato dal suo ex capo James Carey nel 1958 per lasciare l'AFL-CIO per il sindacato internazionale rivale di Carey International Union of Electrical, Radio and Machine Workers . Weaver divenne l'assistente di Carey per l'educazione politica e i programmi internazionali. Carey ha reclutato Weaver insieme a molti altri membri del personale di altri sindacati e ha delegato loro molta autorità. Il titolo ufficiale di Weaver era "assistente del presidente per i diritti civili e del comitato per l'educazione politica o COPE".

Carriera politica e successiva

Nel 1968, Weaver è stato eletto all'unanimità presidente del consiglio di amministrazione dell'ILO.

Weaver e Carey hanno lavorato per promuovere il sostegno del lavoro per i candidati democratici. Nelle prime primarie per le elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1960 , Weaver fece una campagna per il suo ex capo Stuart Symington, ma dopo l'eliminazione di Symington si spostò per sostenere Kennedy.

Nel gennaio 1961, il presidente Kennedy nominò la Weaver assistente segretario del lavoro per gli affari internazionali. Dopo la morte di Kennedy, il presidente Johnson ha continuato Weaver in questo ruolo durante la sua stessa amministrazione.

Dal 1961 al 1969 (quando Nixon era diventato presidente degli Stati Uniti), Weaver ha presieduto la delegazione degli Stati Uniti alla conferenza annuale dell'Organizzazione internazionale del lavoro delle Nazioni Unite . Nel 1968, Weaver è stato eletto all'unanimità a capo del consiglio di amministrazione dell'ILO per l'anno 1968-1969. Dopo la scadenza del suo mandato, è rimasto presso l'ILO come assistente speciale del Direttore Generale, continuando in tale incarico per diversi anni. Come parte di quel ruolo, ha servito come rappresentante dell'ILO di stanza a Washington, DC.

Durante gli anni '60, Weaver è stato premiato per il suo lavoro con i leader sindacali nel sud-est asiatico. Nel 1963, è stato il primo americano ad essere nominato "Comandante Onorario" nell'Ordine del Difensore del Regno , un premio federale malese per il servizio meritorio al Paese. Nel 1968, il governo del Vietnam del Sud gli ha conferito due onorificenze civili , una medaglia Kim Khanh (seconda classe) e la medaglia del lavoro (prima classe).

Riferimenti