Turkish Airlines -
Turkish Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Turkish Airlines
Turkish Airlines logo 2019 compact.svg
IATA ICAO Nominativo
TK TUO TURCO
Fondato 20 maggio 1933
; 88 anni fa
 (
1933-05-20
)
AOC # TQKF144F Hub Programma frequent flyer Miglia e sorrisi Alleanza Alleanza Stellare Controllate
Dimensioni della flotta 373 Destinazioni 331 Scambiato come BİST : THYAO Sede centrale Aeroporto di Istanbul Atatürk ,
Yeşilköy , Istanbul , Turchia Persone chiave Reddito Reddito operativo Reddito netto Totale attivo Equità totale Dipendenti 37.670 (2020) Sito web Modificalo su Wikidata , la divisione cargo della compagnia aerea serve 82 destinazioni.

La sede centrale della compagnia aerea si trova presso l'edificio della direzione generale della Turkish Airlines sul terreno dell'aeroporto Atatürk di Istanbul a Yeşilköy , Bakırköy , Istanbul . L'aeroporto di Istanbul ad Arnavutköy è la base principale della compagnia aerea e ci sono hub secondari all'aeroporto di Ankara Esenboğa e all'aeroporto di Smirne Adnan Menderes . Turkish Airlines è membro della rete Star Alliance dal 1 aprile 2008.

Storia

Nei primi anni

.

Periodo del dopoguerra

THY Fokker F27 Friendship in atterraggio all'aeroporto Hellenikon di Atene nel 1973.

Diversi Douglas DC-3 e Douglas C-47 furono introdotti gradualmente nel 1945. Essendo inizialmente costituita come vettore nazionale, la compagnia aerea iniziò i servizi internazionali con l'inaugurazione dei voli AnkaraIstanbulAtene nel 1947; con i DC-3 e C-47 che consentono al vettore di espandere la propria rete.

Nicosia , Beirut e Il Cairo furono presto aggiunte alle destinazioni dei voli internazionali della compagnia aerea. Tuttavia, i servizi nazionali rimasero l'obiettivo principale del vettore fino all'inizio degli anni '60.

THY Douglas DC-10 nel 1974 con indosso la combinazione di colori iniziale della compagnia aerea.

Nel 1956, il governo turco riorganizzò la compagnia aerea con il nome di Türk Hava Yolları AO (spesso abbreviato in THY). È stato capitalizzato a TRY 60 milioni. La compagnia aerea è entrata a far parte dell'International Air Transport Association (IATA) poco dopo. Nel 1957, la British Overseas Airways Corporation (BOAC) iniziò a fornire supporto tecnico dopo aver acquisito una partecipazione del 6,5%, che deteneva per circa 20 anni.

Nuovi velivoli tra cui Vickers Viscounts , Fokker F27 e Douglas DC-3 furono aggiunti alla flotta alla fine degli anni '50 e all'inizio degli anni '60. Turkish Airlines iniziò a operare il suo primo jet, un McDonnell Douglas DC-9 , nel 1967. Questo fu seguito dall'aggiunta di tre Boeing 707 nel 1971. Altri aerei operati all'inizio degli anni '70 includevano il McDonnell Douglas DC-10 e il Fokker F28 che furono messi in servizio rispettivamente nel 1972 e nel 1973.

Anni '80 e '90

Un Boeing 707 operato dalla Turkish Airlines all'aeroporto di Heathrow nel 1984.

La compagnia aerea è stata afflitta da diversi problemi negli anni '80 e '90. Ha sviluppato una reputazione per il servizio clienti scadente e i ritardi. Ha anche subito dirottamenti e ha subito sette incidenti tra il 1974 e il 1983. Il più famigerato è stato l'incidente del volo Turkish Airlines 981 del 1974 , quando un difetto di progettazione dell'aereo ha portato alla rottura di una porta di carico difettosa in volo vicino a Ermenonville , in Francia , provocando la morte di 346 persone.

Un nuovo governo è salito al potere nel 1983 che ha riconosciuto l'importanza di THY come porta di accesso della Turchia al mondo, dando inizio alla trasformazione della compagnia aerea in un'operazione moderna. Avrebbe continuato a mantenere una delle flotte più giovani del mondo. La sicurezza è stata intensificata, costringendo un caricatore a confrontarla con El Al israeliano , almeno in termini di ritardi.

THY ha costruito un nuovo centro tecnico all'avanguardia presso l' aeroporto di Yeşilköy nel 1984. La compagnia aerea era in grado di eseguire sia la manutenzione leggera che quella pesante su molti diversi tipi di aeromobili. Lo staff tecnico costituiva quindi un quarto dei 6.000 dipendenti della compagnia aerea, secondo Air Transport World . Nel 1984, il capitale della società è stato portato a 60 miliardi di TL in quanto è stata classificata come impresa economica statale. Tre anni dopo, il capitale è stato nuovamente aumentato, a 150 miliardi di TL.

Turkish Airlines Boeing 737 all'aeroporto di Zurigo nel 1995.
nel 1985, consentendo l'aggiunta di voli per Singapore nel 1986. Nel 1988 è stata aggiunta una rotta per

Secondo Air Transport World, la compagnia ha registrato perdite nel 1987 e nel 1988, in gran parte a causa dei pagamenti elevati per la sua dozzina di nuovi Airbus A310. La flotta comprendeva anche 11 Boeing 727 e nove Douglas DC-9. THY ha chiuso il decennio con 8.500 dipendenti.

La compagnia aerea ha ordinato cinque aeromobili Airbus A340 con opzione per altri cinque nel 1990 per poter volare verso destinazioni del Nord America e dell'Asia orientale . Il primo A340 fu consegnato tre anni dopo, nel 1993. Il quarto aeromobile, immatricolato TC-JDM , sarebbe diventato famoso nel Paese per la sua strana inaffidabilità.

La compagnia ha sofferto della crisi dell'aviazione globale dopo la Guerra del Golfo Persico e non sarebbe tornata in pareggio fino al 1994. Tuttavia, l'attività è stata di nuovo in piena espansione a metà degli anni '90, con la crescita maggiore proveniente dalle destinazioni nordamericane. THY ha lanciato un volo diretto per New York City nel luglio 1994.

Il capitale della compagnia ha continuato ad essere raccolto, raggiungendo i 10 trilioni di TL nel 1995. Durante quell'anno, la compagnia aerea ha anche convertito tre dei suoi Boeing 727 in mercantili dedicati. I DC-9 erano stati svenduti. La società ha registrato un profitto di $ 6 milioni su un fatturato di $ 1 miliardo per l'anno. Sebbene redditizio, THY ha dovuto fare i conti con l'inflazione esorbitante della Turchia, rendendo difficili i miglioramenti del capitale.

Il mercato interno è stato deregolamentato nel 1996, consentendo una nuova concorrenza di linea da parte delle compagnie aeree charter. Allo stesso tempo, i vettori internazionali più grandi stavano fornendo una forte concorrenza sulle rotte verso l'Europa occidentale. THY ha stipulato accordi di marketing con altre compagnie aeree internazionali per migliorare la loro competitività. La compagnia ha collaborato con Japan Airlines per offrire un servizio per Osaka e Tokyo nel 1997 e nel 1998. Presto sono seguiti altri voli operati congiuntamente con Austrian Airlines, Swissair e Croatia Airlines.

Anni 2000 e 2010

Un Airbus A321-200 della Turkish Airlines in livrea Eurolega di Turkish Airlines. La compagnia aerea è lo sponsor principale del massimo campionato europeo di basket dal 2010.
Un Boeing 737 MAX 8 della Turkish Airlines in avvicinamento all'aeroporto Atatürk di Istanbul .
.

La Turchia ha attraversato una crisi economica per gran parte del 2001, che ha portato a una riduzione del traffico in particolare sulle rotte nazionali. THY è riuscito a sopravvivere dopo gli attacchi dell'11 settembre agli Stati Uniti senza un salvataggio del governo o licenziamenti di massa, sebbene 300 posizioni dirigenziali intermedie siano state eliminate, 400 lavoratori part-time sono stati licenziati e gli stipendi sono stati ridotti del 10%. Turkish Daily News ha attribuito la sopravvivenza della compagnia aerea alla gestione imprenditoriale, che si è rapidamente sbarazzata delle rotte in perdita in patria e all'estero.

Nel 2003, la guerra in Iraq ha spinto la Turkish Airlines a chiudere alcune rotte nel Golfo Persico, mentre i voli per l'Asia sono stati sospesi durante l' epidemia di SARS . Tuttavia, la compagnia aerea si è presto ripresa, aumentando il traffico sulle rotte esistenti e aggiungendo il servizio per Delhi dopo un intervallo di 11 anni.

Un altro programma di espansione della flotta è iniziato nel 2004, aiutando THY a mantenere una delle flotte più giovani d'Europa. Nel luglio dello stesso anno, la compagnia aerea ha annunciato un massiccio ordine da 2,8 miliardi di dollari di 36 jet da parte di Airbus , più un ordine per 15 Boeing 737.

THY non stava solo ordinando nuovi aerei. Aveva in programma di spendere 350 milioni di dollari per una nuova struttura tecnica e di formazione presso l' aeroporto internazionale Sabiha Gökçen , sottoutilizzato, di Istanbul . La compagnia aerea aveva costruito una significativa operazione di servizi tecnici, mantenendo non solo i propri aeromobili ma quelli di terzi. Turkish Technic impiegava 2.700 lavoratori e prevedeva di assumerne altri 2.000 entro il 2010. THY aveva anche tre simulatori di volo e offriva servizi di addestramento al volo.

La compagnia aerea ha dovuto affrontare l'ingresso di nuovi concorrenti nel mercato dell'aviazione turco in via di liberalizzazione. Tuttavia, il turismo era in piena espansione, con 20 milioni di persone che avrebbero visitato il paese nel 2005 contro i 12 milioni nel 2003. THY ha ceduto la sua partecipazione del 50% in Cyprus Turkish Airlines ( Kıbrıs Türk Hava Yolları ) nel 2005.

Sebbene la società fosse quotata in borsa in questo momento, il governo possedeva il 98% delle sue azioni. Il programma di privatizzazione è stato ripreso nel 2004 con un'offerta pubblica del 20% delle azioni alla Borsa di Istanbul . Il governo turco possedeva il 75% delle azioni dopo l'offerta, che ha raccolto 170 milioni di dollari. Attualmente, l'amministrazione per la privatizzazione del Primo Ministero della Repubblica di Turchia possiede una partecipazione del 49,12% in THY, mentre il 50,88% delle azioni è quotato in borsa.

Il 1 aprile 2008, Turkish Airlines è entrata a far parte della Star Alliance dopo un processo di integrazione di 18 mesi iniziato nel dicembre 2006, diventando la settima compagnia aerea europea nell'alleanza di 20 membri.

Nel dicembre 2011, il governo turco ha svelato i piani per modernizzare l' aeroporto internazionale Aden Adde di Mogadiscio , in Somalia , che è diventato una delle nuove destinazioni di volo del vettore nel 2012. Il progetto di riabilitazione fa parte del più ampio impegno della Turchia nel post-conflitto locale processo di ricostruzione. Tra i lavori di ristrutturazione in programma ci sono nuovi sistemi e infrastrutture aeroportuali, inclusa una moderna torre di controllo per monitorare lo spazio aereo. Nel marzo 2012, Turkish Airlines è diventata il primo vettore internazionale a riprendere i voli per la Somalia dall'inizio della guerra civile in quel paese all'inizio degli anni '90.

Entro la fine del 2013, Turkish Airlines aveva aumentato il numero di punti di volo a 241 destinazioni in tutto il mondo (199 internazionali e 42 nazionali).

Sulla scia del tentativo di colpo di stato turco del 2016 , la Federal Aviation Administration ha temporaneamente vietato i voli tra la Turchia e gli Stati Uniti . Ciò ha posto un problema particolare per Turkish Airlines in quanto una componente chiave della strategia della compagnia aerea era di fornire viaggi con uno scalo tra gli Stati Uniti e destinazioni difficili da raggiungere in Africa, Medio Oriente e India. Questo divieto è stato revocato il 18 luglio e Turkish Airlines ha ripreso i voli per gli Stati Uniti il ​​19 luglio dopo un'interruzione di tre giorni.

Nell'agosto 2016, Turkish Airlines ha annunciato un crollo degli utili con una perdita di 198 milioni di euro per il secondo trimestre del 2016, prevedendo una perdita complessiva di 10 milioni di passeggeri per il 2016. La compagnia aerea ha già annunciato significative riduzioni delle operazioni per il prossimo programma 2016/2017 periodo con tagli di frequenza a 45 rotte europee e 13 intercontinentali. Turkish Airlines ha anche annunciato una perdita record complessiva di 1,9 miliardi di lire turche ($ 644,4 milioni) per la prima metà del 2016.

L'anno successivo la compagnia aerea si è ripresa, con risultati finanziari per il 2017 che hanno mostrato un aumento di quasi il 35% del fatturato e un ritorno alla redditività.

Affari societari

La sede della compagnia aerea si trova nell'edificio della direzione generale della Turkish Airlines presso l'aeroporto Atatürk di Istanbul a Yeşilköy , Bakırköy .

Persone chiave

A partire da marzo 2018, la presidenza era detenuta da İlker Aycı . Bilal Ekşi ricopre le cariche di vicepresidente e amministratore delegato .

Le tendenze chiave per Turkish Airlines negli ultimi 15 anni sono mostrate di seguito (a dicembre 2018):

2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017
2018
Fatturato ( m) 2.846 2.593 2.956 3.812 4.860 6.123 7.036 8.423 11.813 14.909 18.777 24.158 28.752 29.468 39.779 62.853
Utile netto ( mln) 243 107 138 179 265 1.134 559 286 19 1.133 683 1.819 2.993
-47
639 4.045
Numero di passeggeri trasportati (m) 10.4 12.0 14.1 16.9 19.6 22.6 25.1 29.1 32.6 39.0 48.3 54.7 61.2 62.8 68.6 75.1
Fattore di carico passeggeri (%) 67 70 72 69 73 74 71 74 73 77 79 79 78 74 79 82
Carico trasportato (migliaia di tonnellate ) 123 135 145 160 183 199 238 314 388 471 565 668 720 876 1.123 1.412
Numero di aeromobili (a fine anno) 65 73 83 103 102 127 134 153 179 200 233 261 299 334 329 332
Numero di destinazioni (a fine anno) 103 102 107 134 138 142 156 171 189 217 243 264 284 295 300 306
Fonti

Programma frequent flyer

Miles&Smiles è il programma frequent flyer di Turkish Airlines, inaugurato nel 2000 dopo che la compagnia aerea ha lasciato Qualiflyer . Le miglia accumulate possono essere utilizzate sui voli Turkish Airlines, nonché sui voli operati dall'intera rete Star Alliance . I soci Miles&Smiles Classic Plus hanno diritto ai vantaggi Star Alliance Silver , mentre lo stato Elite ed Elite Plus Miles&Smiles dà diritto ai vantaggi Star Alliance Gold .

Accordi di sponsorizzazione e promozione

Turkish Airlines è stata la compagnia aerea ufficiale di diverse squadre di calcio europee come Manchester United , FC Barcelona , Borussia Dortmund , Olympique de Marseille , Aston Villa , FK Sarajevo e Hannover 96 .

La compagnia aerea ha anche stretto accordi di sponsorizzazione e promozione con atleti e attori famosi, tra cui Lionel Messi , Kobe Bryant , Caroline Wozniacki , Kevin Costner , Wayne Rooney e Didier Drogba .

La compagnia è lo sponsor principale dell'EuroLeague Turkish Airlines dal 2010 ed è stato tra gli sponsor del Campionato del Mondo FIBA ​​​​2010 .

Il 22 ottobre 2013, Turkish Airlines ed Euroleague hanno firmato un accordo per prolungare di cinque anni il loro accordo di sponsorizzazione esistente fino al 2020.

giocato ogni anno in Turchia dal 2013. .

Il 10 dicembre 2015, Turkish Airlines e la UEFA hanno firmato un accordo di sponsorizzazione per UEFA Euro 2016 , diventando la prima compagnia aerea sponsor dei tornei del Campionato Europeo UEFA .

.

Il 14 settembre 2018 Turkish Airlines e Lega Basket Serie A , il massimo campionato di basket professionistico in Italia , hanno firmato un accordo di sponsorizzazione, rendendo la compagnia aerea partner ufficiale per la stagione LBA 2018-19 .

.

Nell'agosto 2019, Turkish Airlines ha raggiunto un accordo con il Club Atlético River Plate per diventare lo sponsor principale del club sportivo

Destinazioni

A partire dal 2019, Turkish Airlines vola verso 331 destinazioni in 127 paesi.

Accordi di codeshare

Turkish Airlines condivide il codice con le seguenti compagnie aeree:

Accordi interline

Turkish Airlines ha accordi interline con le seguenti compagnie aeree:

Flotta

Flotta attuale

A partire da maggio 2021, la flotta Turkish Airlines è composta dai seguenti aeromobili:

Flotta Turkish Airlines
Aereo In servizio Ordini Passeggeri Appunti
J Y Totale
Airbus A319-100 6 12 114 126
Airbus A320-200 12 12 141 153
Airbus A321-200 66 12 176 188
20 158 178
Airbus A321neo 30 88 20 162 182 Consegne fino al 2023.
In parte in configurazione Airbus Cabin Flex (ACF).
Airbus A330-200 13 30 190 220
22 228 250
22 259 281
Airbus A330-300 38 28 261 289
Airbus A350-900 5 20 32 297 329 Consegne dal 2020 al 2023.
Boeing 737-800 94 16 135 151 Il numero di aeromobili esclude quello della sua controllata AnadoluJet .
12 147 159
20 135 155
Boeing 737-900ER 15 16 135 151
Boeing 737 MAX 8 19 46 16 135 151 Consegne fino al 2022.
Boeing 737 MAX 9 4 6 da definire Consegne fino al 2020.
Boeing 777-300ER 33 49 300 349
28 372 400
Boeing 787-9 15 10 30 270 300 Consegne fino al 2022.
Flotta cargo della Turkish Airlines
Airbus A330-200F 10
Carico
Boeing 777F 8
Carico
Totale 373 170

Sviluppo della flotta

Nell'ottobre 2016, a causa di una flessione del traffico aereo, la compagnia aerea aveva annunciato che stava ritardando la consegna di 39 aeromobili Boeing e Airbus (i dettagli esatti non sono stati specificati) rispetto ai suoi impegni in sospeso per 167 aeromobili (92 Airbus A321neos, 65 Boeing 737 MAX 8 e 10 Boeing 737 MAX 9). Doveva ricevere solo 10 dei 32 aeromobili previsti nel 2018, ma tutti gli ordini in sospeso dovrebbero essere evasi entro il 2023.

Il 26 giugno 2019 è stato consegnato alla compagnia aerea il primo Boeing 787-9 Dreamliner dell'ordine di marzo 2018 della compagnia aerea.

Nell'agosto 2019, il presidente della Turkish Airlines İker Aycı ha dichiarato che il vettore stava valutando la possibilità di ricevere i suoi ordini di aeromobili a lungo raggio, come l'Airbus A350-900, prima del previsto. Inoltre, la compagnia aerea è interessata all'Airbus A220 e all'Embraer E190/E195 per servire nuove destinazioni.

Livrea

La livrea " Eurowhite " della compagnia aerea presenta una fusoliera bianca con scritte blu, un tulipano grigio sulla fusoliera che va dalla parte posteriore dell'ala alla coda e una coda rossa con il logo dell'azienda in un cerchio bianco.

In passato, gli aeroplani erano dipinti di bianco in alto con quattro strisce rosse che attraversavano la fusoliera e la coda bianca con un cerchio che includeva lo stemma; invece di un emblema bianco in un cerchio rosso come sfondo, l'emblema era rosso all'interno di un cerchio bianco. Le pance degli aerei avevano una finitura in alluminio, mentre il muso era nero e il testo sull'aereo diceva "THY Türk Hava Yolları-Turkish Airlines" sul lato sinistro; a destra, il concetto era lo stesso con un testo diverso che recitava "Türk Hava Yolları-Turkish Airlines THY".

La livrea "Eurowhite" (una fusoliera bianca con scritte blu) e una figura di tulipano grigio sulla fusoliera (che va dalla parte posteriore dell'ala alla coda) sono rimaste le stesse.

Premi

nel 2014, 2015 e 2016 e 2020, detenendo così il titolo per sei anni consecutivi.

Inoltre, Turkish Airlines è stata selezionata come compagnia aerea dell'anno da Air Transport News alla cerimonia di premiazione di Air Transport News 2013. Nel novembre 2017, Turkish Airlines è stata riconosciuta come "La 16a migliore compagnia aerea al mondo per viaggi d'affari" dalla rivista CEOWORLD.

Nel giugno 2018, la compagnia aerea ha annunciato che non avrebbe più partecipato allo Skytrax World Airline Audit.

Turkish Airlines Flight Academy

La Turkish Airlines Flight Academy è stata fondata dal 28th THY Board il 10 novembre 2004 e ha iniziato l'addestramento con 16 cadetti il ​​1 maggio 2006. La Flight Academy ha sede presso l'aeroporto Atatürk di Istanbul e utilizza il vicino aeroporto di Çorlu per attività di addestramento.

La flotta dell'accademia di volo è composta dai seguenti 14 aeromobili:

Centro di manutenzione Turkish Airlines

Il centro di manutenzione, riparazione e revisione ( MRO ) di Turkish Airlines, Turkish Technic , è stato costituito nel 2006 ed è responsabile della manutenzione di Turkish Airlines e di altri aeromobili di terzi all'interno di otto hangar . Le capacità includono cellula , carrello di atterraggio , APU e altri sottosistemi. Turkish Technic ha aperto un centro motori in collaborazione con Pratt & Whitney chiamato TEC (Turkish Engine Center) nel gennaio 2010 presso l'aeroporto internazionale Sabiha Gökçen (SAW) . La struttura fornisce servizi di MRO motore a clienti in tutto il mondo.

Turkish Technic aveva sede all'aeroporto Atatürk di Istanbul all'interno di due hangar. Ha rilevato MNG Technic insieme ai suoi hangar e il complesso principale si è trasferito a SAW con la costruzione di due nuovi hangar. Due hangar più piccoli si trovano anche all'aeroporto di Ankara Esenboğa . Ulteriori hangar sono in costruzione presso il nuovo aeroporto di Istanbul per ospitare la flotta in crescita dell'operatore.

Incidenti e incidenti

Nella sua storia, Turkish Airlines ha subito un totale di 19 incidenti e incidenti, di cui 15 mortali. Un totale di 68 membri dell'equipaggio, 835 passeggeri e 35 persone a terra sono stati uccisi.

Guarda anche

Riferimenti